Visitare il Kirghizistan: 10 motivi per partire per il paese più impronunciabile del mondo

Visitare il Kirghizistan, il paese più storpiato dell’Asia Centrale – Ghighirghistan, Kirkikistan, Kirzikistan e mi fermo qui: è una buona idea, giuro! Il Kirghizistan è una piccola gemma montuosa che emana accoglienza e spontaneità. Partendo dal nome, che sto che state ancora processando tra un’imprecazione e l’altra, come tutte le […]

Cosa vedere a Samarcanda. Ridimensionarla per capirla

Samarcanda, ancora tu! Ieri sono stata a sentire la primissima presentazione di Nostalgistan, libro splendido di Tino Mantarro che ho divorato in una notte e un giorno – la sua Samarcanda che “promette bellezza e invece regala una decadenza sontuosa” mi ha spronato, dopo millenni, a scrivere questo post. Che […]

Appunti dal Kazakistan. Di yurte, del gelo e di sortilegi

Altri appunti di viaggio dal Kazakistan, una terra immensa e desolata, battuta da sabbie, venti e nevi, abitata da un popolo silenzioso e gentile. Il gelo del grande Nord Fa un freddo cane qua a nord, tira un vento secco che spacca le labbra, alza le polveri e non c’è […]

Viaggiare in Caucaso coi mezzi pubblici: consigli per non farsi fregare (validi per tutta l’ex URSS)

Ispirata dalle molteplici esperienze caucasiche di scleri, arrabbiature e anatemi lanciati soprattutto contro i tassisti molesti (altresì noti come CaniRandagi, d’ora in avanti CR), pubblico oggi un piccolo vademecum anti-fregatura dedicato a tutti gli amici che vorranno prima o poi viaggiare in Caucaso. Terra magnifica, ma in cui non è […]

Oggi in costruzione, domani storia. Cosa è cambiato in Uzbekistan dopo un anno

Oggi in costruzione, domani storia! L’autobus taglia i viali di Tashkent nell’alba – sono grandi e deserti, coperti solo da immensi alberi ancora verdi e anonimi palazzi chiari, tenuti in buone condizioni. Sulle transenne dei cantieri titolano a caratteri cubitali gli slogan “Сегодня стройтельство, завтра история!”, che significano “Oggi in […]

Appunti dal Tagikistan. Di spose bianchissime, dell’Afghanistan e di una bambina di nome Bibi

Gamarjoba painderoutiani, qui Tbilisi e cieli azzurri che vi racconterò molto presto. Dopo le settimane affannosissime di Natale e qualche giorno in viaggio con Sherpa e PrinceOfPersia riesco, oggi, finalmente a tirare un sospiro di sollievo e rilassarmi un po’, dopo tanti mesi. Starò in Georgia per un mesetto, ma […]