6 giorni pieni di tour

Georgia in primavera. Dagli altopiani alle piantagioni di tè

Georgia
Gruppo
Minimo 5 persone,
massimo 12 posti.
Date
Dal 16 Aprile 2022
al 23 Aprile 2022
Quota
890 Euro a persona

Descrizione

Qualche suggestione per il nostro viaggio

გამარჯობა საქართველო! / Gamarjoba, Sakartvelo!

Tbilisi illude e ammalia, ma accoglie generosamente, coi suoi palazzi sgarrupati e le sue viti rampicanti. Inizieremo quest’avventura tra i vicoli della città vecchia, andando a caccia dei balconi e delle scale in legno per cui è famosa. Sbucheremo su veri boulevard europei casa di cultura, arte e insurrezioni popolari, per poi spingerci fino ai sobborghi sovietici che nascondono mosaici, bassorilievi e capolavori dell’edilizia sociale. Tbilisi, città cosmopolita e vera capitale dell’intera Transcaucasia, è la migliore introduzione alla diversità culturale che incontreremo nel nostro viaggio.

Il secondo giorno andremo alla scoperta del volto classico del paese: l’antica capitale Mtskheta, con le sue splendide chiese, e i panorami della strada militare georgiana fino a Stepantsminda (Kazbegi), al cospetto dei 5.033m del Kazbek, sul confine con la Federazione russa.

Poi comincerà l’avventura, attraverso zone poco battute e paesaggi sconfinati. Percorreremo la strada degli altopiani del Kvemo Kartli e Samtskhe-Javakheti, regioni d’alta quota e terra d’esilio per popoli e minoranze religiose ingrate allo zar. Terre gelide e brulle, dal clima infausto, che si aprono in grandi laghi. In quei villaggi hanno vissuto georgiani, armeni, azeri, russi, greci e persino tedeschi. Passeremo da Tsalka, dal passato greco, e da Gorelovka, ancora abitata da alcune famiglie russe non ortodosse ma spirituali, chiamate dukhobory, dalla storia tremendamente affascinante. Infine, scendendo di quota, ci lasceremo stupire dalle centinaia di cunicoli di Vardzia, città rupestre medievale scavata in una parete di roccia.

Il giorno dopo prenderemo la via delle montagne lungo il confine turco, su una strada tortuosa ma che si apre in scenari mozzafiato fino al passo di Goderdzi, 2.027m. Piano piano, le chiese ortodosse lasceranno posto alle piccole moschee in legno tipiche dell’Agiaria, dove i georgiani di montagna si sono convertiti all’Islam dopo quasi trecento anni di dominio ottomano. Dormiremo nel paese di Khulo, con la sua spettacolare (e spaventosa) cabinovia sovietica. Da Khulo la strada scende in valle, e dopo i legni variopinti delle moschee e le piantagioni di tabacco, col loro profumo vanigliato, finalmente vedremo il Mar Nero. Batumi è la capitale delle feste e del khachapuri adjaruli, ricco, a forma di barca, con un bel tocco di burro e un uovo in mezzo. È una città bifronte, con casinò, discoteche, ma anche vecchi palazzi mangiati dalla salsedine, qualche mosaico sovietico e i profumi del suo mercato da città di mare.

Dalla vegetazione subtropicale del Mar Nero ci dirigeremo a Ozurgeti, in Guria, regione piovosissima famosa per le sue piantagioni di tè e per le piccole gemme d’arte sovietica. Ad aspettarci per l’ultima notte ci sarà la città di Kutaisi. Tempistiche permettendo, visiteremo la spettrale cittadina termale di Tskhaltubo, con i suoi mastodontici sanatori abbandonati, in alcuni casi ancora abitati dai profughi della guerra d’Abcasia, e lo stupefacente monastero di Gelati. Infine, il rientro a casa. Oppure chissà, magari vi vedremo salire su un treno o una marshrutka per continuare l’avventura!

Sarà un viaggio breve ma intenso, focalizzato sulla diversità culturale e sulle incredibili storie dal passato del Caucaso.

Anche questo, come i viaggi che propongo dal 2019, è organizzato da Soviet Tours, tour operator con sede a Berlino fondato da Gianluca Pardelli, fotoreporter e grandissimo esperto di mondi sovietici e non solo.

Importante: leggi con attenzione

La Georgia è completamente aperta al turismo europeo. Per entrare per via aerea in Georgia, provenendo dall’UE, non servono tamponi: è sufficiente mostrare un certificato che attesti una vaccinazione completa. Il green pass europeo è accettato.

Altra nota importante: le assicurazioni principali italiane e straniere non assicurano chi risiede in paesi che hanno emanato un travel ban per la Georgia (ma lo fanno alcune minori), e risulta molto difficile assicurare il viaggio per un eventuale annullamento last minute. Soviet Tours in ogni caso garantisce un rimborso parziale in caso di cancellazione fino a 10gg prima della partenza.

La Georgia è molto ben collegata con diverse principali città europee. I voli più vantaggiosi e in parte o in toto compatibili con il nostro tour sono:

  • Molto economico: Wizzair volo diretto su Kutaisi in partenza da Berlino, Vienna, Atene, Salonicco, Budapest, Roma Fiumicino
  • Economico: Ukrainian airlines in partenza da molti aeroporti europei e italiani (BGY, MXP, FCO etc), con scalo a Kiev
  • Economico: Aegean airlines in partenza da molti aeroporti europei e italiani (MXP, FCO etc), con scalo ad Atene
  • Medio: Turkish airlines in partenza da tutti i principali aeroporti europei e italiani (MXP, FCO etc), con scalo a Istanbul

Dopo la prenotazione, seguirà una chiamata organizzativa con ogni partecipante per individuare la migliore combinazione voli, o treno + voli (per me, ad esempio, è sempre comodo ed economico raggiungere Vienna in treno notturno da Milano).

Solo il partecipante è responsabile delle proprie decisioni e dichiarazioni e ha il dovere di informarsi sulle restrizioni di viaggio in vigore nel Paese in cui risiede.

Requisiti

Il viaggio è inclusivo e aperto a tutt3, senza limiti di età, ma lo consigliamo per chi risiede all’estero e non dipende dalla volatilità delle disposizioni italiane in termini di viaggi.

Dormiremo in guesthouse familiari e piccoli hotel in stanze multiple (2/3 persone per stanza circa) con bagni condivisi, come è d’uso in Caucaso. È richiesta adattabilità su questo aspetto. Ci muoveremo perlopiù con un minibus privato, soluzione che ci permette di ottimizzare i tempi e darci larga flessibilità in termini di deviazioni, visite, soste. In città, a Tbilisi, ci muoveremo a piedi, con taxi o metropolitana, a seconda della necessità. Per tre giorni su sei, disporremo di una guida locale parlante inglese o italiano. In molti contesti, in ogni caso, parleremo inglese. Per i pasti, solitamente ci organizziamo con pranzi veloci e senza pretese, e cene più tranquille in guesthouse, trattorie o ristoranti.

Necessari:

  • Profondo rispetto per la cultura che incontreremo.
  • Flessibilità e adattabilità: la Georgia non è l’Europa.
  • Curiosità: chiedete, ascoltate, interagite
  • Socialità: vivremo ogni esperienza come gruppo unito e il Caucaso è la patria della socialità!
  • Super Green Pass
  • Vestiti comodi, sia caldi sia leggeri, perché attraverseremo climi diversi
  • Scarponcini da trekking, suola con buona presa sul terreno
  • Uno zaino, perché i marciapiedi del Caucaso non sono adatti ai trolley
  • Poco bagaglio, per rendere più fluidi gli spostamenti

Itinerario

Dagli altopiani alle piantagioni di tè. Itinerario

0 16/4 Gamarjoba, Sakartvelo!

  • Arrivo a Tbilisi, transfer dall’aeroporto incluso*
  • Accoglienza con Eleonora in guesthouse nel tardo pomeriggio
  • Prima esperienza d’edonismo con una cena georgiana come si deve
  • Notte a Tbilisi

*Il transfer è incluso dall’aeroporto di Tbilisi. È possibile arrivare anche nei giorni precedenti e anche su un aeroporto diverso da Tbilisi, come Kutaisi, che è collegato a Tbilisi con pullman diretti, economici e sincronizzati con il volo in arrivo. Il ritrovo rimane nel tardo pomeriggio/sera di sabato 16 aprile.

1 17/4 I mille specchi di Tbilisi

  • Incontro con la guida parlante italiano o inglese
  • Introduzione alla città, tour classico del centro storico
  • Al pomeriggio, visita del mercato, dei quartieri meno battuti e di qualche gemma sovietica
  • Notte a Tbilisi

2 18/4 La strada militare georgiana

  • Partenza da Tbilisi per Stepantsminda (Kazbegi)
  • Tappa a Mtskheta, Ananuri e al passo di Jvari, dove si trova il Monumento dell’amicizia tra i popoli
  • Camminata facoltativa di 1.30h per raggiungere la chiesa di Tsminda Sameba. In alternativa si può fare in taxi
  • Rientro a Tbilisi per cena

3 19/4 Grandi laghi sugli altopiani

  • Incontro con il driver
  • Transfer per Akhaltsikhe, lungo una strada spettacolare, dove sugli altopiani si aprono grandi laghi placidi e i piccoli villaggi nascondono storie di popoli e minoranze religiose esiliate in terre durissime. Fiore all’occhiello della regione, la città rupestre medievale di Vardzia, scavata in un’impressionate parete di roccia
  • Tappe a Tsalka, Goralovka, Vardzia
  • Salutiamo la nostra guida, che tornerà a Tbilisi
  • Notte a Akhaltsikhe (o dintorni)

4 20/4 La via delle montagne agiare

  • Da Akhaltsikhe, prenderemo la strada che valica le montagne dell’Agiaria arrivando al mare
  • Tappe al monastero di Zarzma, al passo di Goderdzi, e al paesino di Khulo, con la sua funivia sovietica
  • Notte a Khulo

5 21/4 Dalle moschee di legno al mare

  • Visita di alcune splendide e nascoste moschee di legno, dai colori accesi, in diversi paesini di montagna
  • Transfer per Batumi
  • Visita di Batumi nel tardo pomeriggio
  • Possibilità di svolgere test PCR o antigenico
  • Notte a Batumi

6 22/4 Dalle piantagioni di tè ai sanatori sovietici

  • Transfer per Ozurgeti, e visita di alcuni siti sovietici piantagioni di tè
  • Transfer per Kutaisi, con tappa a Tskhaltubo e, tempistiche permettendo, il monastero di Gelati
  • Possibilità di svolgere test PCR o antigenico
  • Notte a Kutaisi

7 23/4 Nakhvamdis, Sakartvelo!

  • Eventuale tempo libero a Kutaisi
  • Baci, abbracci e cuori infranti, fino al nostro prossimo raduno
  • Transfer per l’aeroporto (Kutaisi KUT o Tbilisi TBS)
  • O, chissà, magari prosecuzione del viaggio

Ti spiego il prezzo

890 Euro a persona

Il viaggio include

  • Un autista e un pulmino privato dal giorno 2 al giorno 6, che ci coprirà tutti gli spostamenti principali.
  • Transfer da/per l’aeroporto
  • Tutti gli ingressi a musei, parchi o siti
  • Tutti gli alloggi dalla notte del giorno 0 a quella del giorno 6 inclusi (7 notti)
  • Tutte le colazioni (georgianissime)

Il nostro valore aggiunto:

  • Tutte le spese e l’accompagnamento delle guide locali Soviet Tours, nei giorni previsti (1, 2, 3).
  • L’assistenza remota h/24 di Gianluca Pardelli, in caso di qualsiasi necessità.
  • Tutte le spese e l’accompagnamento h/24 di Eleonora, dal giorno 0 al giorno 7.

Il viaggio non include

  • I voli aerei. Non sappiamo da che città vorrai partire o se ti vorrai fermare qualche giorno in più prima o dopo il tour. Ti aiuteremo però a scegliere l’opzione più conveniente per te. Per Tbilisi e Kutaisi ci sono diversi voli in partenza da tutti i principali aeroporti europei e italiani. Particolarmente vantaggiosi sono i voli Wizzair (con collegamenti utili da Berlino, Vienna, Budapest, Atene, Salonicco, Roma Fiumicino), Ukrainian airlines (da tutti i principali aeroporti, con scalo a Kiev BSP), Aegean airlines (da molti aeroporti, con scalo ad Atene ATH) e Turkish airlines (da tutti gli aeroporti, con scalo a Istanbul IST). È possibile arrivare o partire da altri aeroporti, per esempio Kutaisi (KUT): vi aiuteremo ad organizzare gli spostamenti in autonomia, fermo restando il ritrovo alla sera di sabato 16 aprile.
  • L’assicurazione sanitaria, obbligatoria. Noi ci siamo trovati bene con Allianz.
  • I pasti principali: pranzi e cene, salvo dove specificato. Indicativamente, per 7 giorni si spendono circa 100-150€ di pasti
  • Tamponi PCR o antigenici in Italia e in loco, se necessari

Termini e condizioni

Acconto: 200€ al momento della conferma di prenotazione
Saldo: entro 30gg dalla partenza

Rimborso 100% in caso di annullamento da parte nostra: se per forza maggiore o altri gravi impedimenti dovremo cancellare il viaggio, riceverai un rimborso completo, che include anche l’acconto versato.

Cancellazione da parte del cliente (indipendentemente dal motivo): perdita dell’acconto e rimborso del saldo secondo il seguente schema

Fino a 30gg prima partenza: 75% rimborso del saldo
Fino a 20gg prima partenza: 50% rimborso del saldo
Fino a 15gg prima partenza: 30% rimborso del saldo
Fino a 10gg prima partenza: 20% rimborso del saldo
Meno di 10gg: nessun rimborso.

Vi consigliamo caldamente di stipulare una polizza di annullamento viaggio che copra il vostro annullamento del viaggio per cause esterne, anche legate al covid.

Le condizioni di annullamento generali (laddove le condizioni differiscono, considera valide quelle pubblicate in questa pagina) le trovi qui: soviettours.com/tosst

Informativa
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti, cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito, visita la Privacy & cookie policy.