Appunti dal Kirghizistan. Di denti d’oro, tabacco nero e nottate su furgoni pieni di carote

Nei tempi lenti tra un’avventura e l’altra scavo, rimugino, medito sulle cose capite (o che penso di aver capito). Riguardo le foto, riprendo in mano gli appunti scritti qui e lì. Dall’Asia Centrale ho scritto molto. Un po’ perché è un’area così intatta e variopinta che non può non regalare […]