Piccolo alfabeto per viaggiatori selvatici

Il 23 luglio esce per Enrico Damiani Editore “Piccolo alfabeto per viaggiatori selvatici”, il mio primo libro, concluso durante la quarantena. Contiene le cose che nella vita mi hanno dato di più: i viaggi e le persone incontrate in viaggio, la linguistica, il rendersi utile per gli altri.

La quarta di copertina dice:

«In questo piccolo alfabeto sentimentale, intreccia itinerari insoliti ed etimologie di terre lontane, racconti di avventure spericolate e pensieri sul mondo. Ma anche su come fare lo zaino, su come funziona CouchSurfing, su dove piazzare la tenda e come farsi capire.

Racconta cosa vuol dire andare a Tbilisi in autostop e avvistare un fagiano in Transcarpazia, chiacchierare su un vagone della Transiberiana e riscoprire casa di Sarajevo dove tutto è iniziato. Tra la verità ultima delle babushki e l’estasi dei dervisci rotanti, guarda la steppa con gli occhi allungati e intinge la mano nell’acqua pesante del Mar Caspio, incontra Gesù nell’oasi di Gerico e insegue Čechov ai confini della terra, varca frontiere di filo spinato che dividono ciò che è uguale.

Di parola in parola, di orizzonte in orizzonte, ci invita a muoverci in libertà, con consapevolezza, lungo vie poco battute. Ma anche a restare selvatici alle porte di casa. E uscire da sé stessi per ritrovarsi un po’ più veri, più saggi, più profondi».

Dove lo trovo

È già pre-ordinabile su Amazon!

Dal 23 luglio sarà disponibile in libreria e in tutti gli store online.

Grazie!

error: